SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Suggerimenti a Luigi De Mossi per le regole del gioco

Venerdì 21 l'atto del Consiglio Comunale per la nomina della Commissione di Revisione del Regolamento del Palio; quando in Palazzo c'era Brunetto questo passaggio regolamentare non era mai stato concepito. L'ultima volta che è stata formata una Commissione era il 31 gennaio 2012 con il Sindaco Ceccuzzi. Questa commissione non fu mai riunita, neppure per gli auguri di Pasqua. In precedenza, sotto il dominio di izyno, la Commissione venne nominata il 5 marzo 2002. La fortuna delle regole del gioco è stata quelle che le modifiche risalgono ai tempi del Sindaco Piccini, del 10 giugno 1999: un tesoretto inestimabile per il Palio.

Adesso Luigi De Mossi non può certo fallire ed i problemi (grossi grossi) inizieranno proprio da venerdì per la gestione del Palio; oltre, naturalmente, la messa in opera del nuovo ufficio del Palio con l'individuazione della PO e del personale (tutto  nuovo) a farne da corollario. Importante, e decisivo, rompere il ghiaccio con la prima riunione da convocarsi tra Natale e S. Silvestro.

L'argomento delle nuove regole, confacenti a ritoccare le incongruenze che dal 1999 (data dell'ultima modifica ai tempi del Sindaco Piccini) ad oggi si sono via via incontrate, come ad esempio l'art. 50, è troppo importante per essere affrontate e modificate tutte assieme.

E' opportuno, infatti, spezzettare le "urgenze" e tra queste quella più impellente riguarda i termini relativi alla giustizia paliesca. Se Luigi De Mossi vorrà continuare, ed incidere, sul suo nuovo modo di applicare le regole del gioco, dovrà, per forza, rendere efficienti i provvedimenti tra un Palio e l'altro in modo definitivo.

Per attuare questa nuova "visione" delle regole sarà opportuno, e determinante, accorciare i tempi per rendere l'estrazione di agosto "sotto condizione disciplinare" e rendere così efficaci i provvedimenti in modo definitivo prima dell'effettuazione della tratta di agosto, sia per Contrade che per fantini.

I tempi disciplinari sono, ad oggi, regolamentati dagli articoli 92, 98 e 99. In pratica si tratta di ridurre, con molta molta semplicità, tutti i tempi che, per migliore lettura, raggruppiamo nella tabellina che segue:

Articolo

cosa contiene

I giorni indicati oggi La modifica regolamentare
92 Il termine della consegna della Relazione da parte dei Deputatini 7 5 giorni
92 Memorie di Contrade e/o fantini sul Palio in essere 5 3 giorni
98 Il termine per presentare alla Giunta il ricorso da parte delle Contrade 10 6 giorni
99 Il termine per presentare alla Giunta il ricorso da parte dei fantini 10 6 giorni

Con questi nuovi tempi regolamentari, e con l'estrazione spostata a metà luglio, i provvedimenti disciplinari di luglio entrerebbero in vigore immediatamente, sia per Contrade che per fantini, non andando a falsare il Palio di agosto ... figuriamoci per un eventuale Palio in più.

Nell'attesa di venerdì, gli atti degli affari del prossimo Consiglio svelano i nomi dei tre onorandini: quelli di Drago, Nicchio e Onda; mentre non si riesce a capire, e comprendere, l'inserimento del Presidentino degli Amici del Palio, un organo che nulla può suggerire in materia regolamentare. Per fortuna, comunque, Luigi De Mossi non ha inserito nei 9 (+1) né presunti esperti esterni alla struttura comunale, come avveniva in passato, né altri rappresentanti di piccole congregazioni, come, ad esempio, i capitanini, i quali conoscono le regole del gioco alla stregua degli animalai.

Ci auguriamo che i suggerimenti restino tali e che Luigi De Mossi, assieme agli altri 8 (+1) componenti, facciano come meglio preferiscono. L'importante è non copiare Sunto, altrimenti come facciamo a fare polemica fino al 31 marzo prossimo?

17 dicembre 2018