SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

 Gli ultimi giorni per una decisione saggia

Essere saggi significa, prima di tutto, essere intelligenti. Non che i non-saggi non siano intelligenti, ma quando si evolvono certe situazioni occorre far subentrare l'intelligenza al posto della sfida a tutti i costi.

Saggio sarebbe, a nostro modo di inquadrare una situazione caotica com’è quella del Palio in più,  quell’atto che tenga a salvaguardare contemporaneamente i diritti  delle dieci del 20 ottobre con i più che sacrosanti diritti che la Festa richiede da parte di tutti.

Saggio sarebbe il rinvio del Palio in più al 2019, in quanto Siena non può rischiare di essere frantumata nell’organizzazione della sua Festa principale.

E saggio è, e sarebbe, un provvedimento che eviti un conflitto con altre istituzioni, dal quale conflitto il Comune di Siena uscirebbe lacerato e senza alcuna possibilità di giustificazione.

Il Palio in più, da disputarsi il 20 ottobre a ridosso del mese di novembre, è una sfida che la città di Siena non merita di combattere. Troppi sono i rischi legati al gioco del “pari o dispari” per pensare solo alle consuete interviste teleguidate.

Siena rischia più di quanto si possa immaginare, con un Ufficio Tecnico che ha dimostrato i limiti operativi e che ancora, a nostro parere, non è in grado di rispondere alla domanda di base: se dovesse piovere una sola giornata tra domenica 14 e sabato 20 quale fase di emergenza verrebbe messa in opera?

Ecco perché la saggezza richiede intelligenza, prima che sia troppo tardi e, soprattutto, prima che il Prefetto, Sua Eccellenza il Prefetto, alzi il cartellino rosso che sancirebbe l’annullamento del Palio.

8 ottobre 2018