SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Quante volte deve essere tolta la terra da Piazza dopo le prove e prima del Palio?

Al di là delle decisioni che dovrà assumere il Presidente Marco Falorni nella giornata di oggi, altrimenti slitteranno tutti i tempi organizzativi, il fulcro di tutta l'organizzazione dipende dall'Ufficio Tecnico, cui è demandato l'onere dell'allestimento della Piazza.

Cadendo il Palio in ottobre, il 13 o il 20, l'Ufficio tecnico, se chiamato appositamente in causa, dovrà riuscire a conciliare i tempi orgfanizzativi non solo nella stesura del tufo, quanto nella sua eventuale messa in sicurezza dovuta agli agenti atmosferici, compresa la cosiddetta "brezza notturna".

Se dovesse piovere tra tratta e Palio quanto tempo occorrerà per rimettere la pista a norma? Va considerato che la novità del monitoraggio del tufo, inventato dal Sindaco Piccini nel 1998, non ha costituito una banca dati attendibile per il mese di ottobre, per cui ogni valutazione risulta concentrarsi solo sulla casualità.

Il problema, evidente, è che in caso di pioggia non ci siano i tempi necessari per asciugare "al naturale" il tufo, per cui occorrerà toglierlo e rimetterlo in quelle zone "paludose" che sono proprie delle cadute di pioggia in ottobre. C'è da sottolineare, anche, il lavoro degli impiegati, costretti non tanto agli straordinari ma dal loro utilizzo a tutta giornata e solo per le vicende relative al Palio.

Chiedere il parere dell'Ufficio Tecnico appare necessario per innescare i ritmi organizzativi. Così, tanto per suggerirre.

12 settembre 2018