SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

L'ufficio scimmiottamento sotto pressione

Con l'ormai certezza, dovuta alla presenza massiccia di quattrogiornisti e narcisisti di faceboocche, che il 12 settembre Luigi De Mossi dovrà mettersi d'accordo con Marco Falorni per la convocazione immediata del Consiglio Comunale, l'ufficicio scimmiottamento dovrà ugualmente essere allettato. Per Frate Palio e la soubrette sarà un intenso fine settembre con tante telefonate da effettuare.

La prima è quella che dovrà essere effettuata alla società AUSER, titolare dell'offerta dei masgalano per i Palii 2019. Conoscere la loro disponibilità ad anticipare la consegna ad ottobre 2018 è fondamentale anche per le risorse economiche e le spese organizzative. Se, infatti, l'Auser dovesse rispondere picche, l'ufficio scimmiottamento dovrebbe ricorrere a trovare un artista cui commissionare direttamente la realizzazione. Problema risolto: il committente sarà Palazzo, la dedica la Guerra; l'artista Laura Brocchi. Giochi conclusi anche per il drappellone che potrebbe essere commissionato proprio alla stessa Brocchim che passerebbe così alla storia per essere stata la prima a dipingere il drappellone e realizzare il Masgalano.

Concluso il capitolino di contorno organizzativo, la soubrette dovrebbe iniziare già a stilare i copia-incolla per le ordinanze ed i tempi degli annusi, oltre a contattare i quattro annusatori i quali, a loro volta, devono ottenere il relativo permesso per "ferie" dai rispettivi datori di lavoro. Questo non è un problema, forse.

Poi i tempi per stabilire gli annusi e le iscrizioni agli stessi.tenendo presenti tutte le "variabili" relative alla data che stabilirà il duo Luigi De Mossi-Falorni.

Anche l'ufficio Tecnico dovrà iniziare a costruire i menabò di lavoro, oltre ai copia-incolla delle determine. Ma cnhe questo non è un problema. Come non è un problema tutto ciò che riguarda i compiti dell'Economato. Ci mancherebbe che in pieno autunno il palio in più costituisse un intralcio al normale disbrigo operativo.

Le scuole comunali, con gli asili, si chiudono. Dov'è il problema? Per i genitori che non sanno dove parcheggiare i figli? Ci sono sempre i nonni, purché non facciano i dirigenti di Contrada.

Nessun problema organizzativo: il Palio in più, grazie all'esuberanza di quattrogiornisti e narcisisti di faceboocche, può mettere la terra in Piazza. Proprio così, semplicemente.

7 settembre 2018