SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Come i 17 onorandini potrebbero restituire la patata bollente a Demossituttoattaccato

Mentre ancora la data di riunione dei 17 non sembra certa (si parla del pomeriggio di martedì 4, ma solo dalle colonne de La Nazione potremo avere conferme al riguardo), ci sarebbero da tenere in evidenza altri meccanismi, oltre a quelli segnalati ieri, che riporterebbe la patatina bollente dalla sede dei 17 a quella di Demossituttoattaccato.

Allo stato attuale il Magistrato non sembra possedere quelle caratteristiche necessarie per fronteggiare l'autorità di Palazzo ed appare sempre più un organismo "dimenticato da Dio". Però qualche barlume istituzionale di orgoglio potrebbe anche subentrare se i 17 onorandini conoscessero il Regolamento del Palio.

Ebbene, se così fosse l'interpretazione letterale del comma 2 dell'art. 2, là dove si specifica che "il Magistrato ... provvederà a consultare tutte quelle che non abbiano in corso punitive definitive di esclusione". Allo stato attuale Nicchio e Tartuca hanno un piede nella fossa dell'esclusione e l'altro quasi. C'è da attendere le decisioni della Giunta che, se non interverrà la brillante idea dell'Amnistia, non potrà che confermare le sanzioni di primo grado decise dal guelfotto giudice paliesco.

La lettera che i 17 onoradini potrebbero inoltrare a Demossituttoattaccato dovrebbe contenere, più o meno, questo tenore: "Ascolta cosina, noi siamo pronti a far iniziare le consultazioni, ma ce lo spieghi come si fa a rispettare l'articolo se non sappiamo se Nicchio e Tartuca sono squalificate?"

Demossituttoattaccato può star tranquillo, i 17 non hanno le capacità di staccarsi dal loro modo di agire. La nebbia resta pur sempre nebbia. Se si fosse trattato di organizzare una processione, invece ...

2 settembre 2018