SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Ha sbagliato solo Demossituttoattaccato?

Resterà sicuramente un mistero ancorato a Palazzo cosa abbia spinto Demossituttoattaccato ad attivare la procedura relativa all'effettuazione di un Palio straordinario, in considerazione della via d'uscita che, ben esposta tra parentesi tonde, gli consente il co. 2 dell'art. 2.

Per "manifestamente infondate" si deve intendere anche, ma soprattutto, la copertura economica per l'effettuazione di un Palio, che si aggira sui 500 mila eurini compresi gli straordinari del personale. "Manifestamente infondate" sono poi le tempistiche di richiesta, là dove tutto fa presumere una scialba manovra contradaiola per ottenere il Palio in più.

I tempi realizzativi dovevano essere analizzati con attenzione, sia dall'ufficio scimmiottamento che da La Quarta Ridens, che se ne sta andando e che ha agito, nel confezionamento della delibera, con una sufficienza tale da non trovare giustificazioni di sorta.

Insomma, fermo restando che le pratiche di Palio devono obbligatoriamente passare dal tavolo di  Demossituttoattaccato, c'è anche da considerare certe sfaccettature che richiamano, ancora, la mancanza di idee operative. Non ci si deve, infatti, limitare alle considerazioni più semplici, come quello di protocollare una lettera e farla passare quasi come una pagina di Vangelo. Occorre saper considerare i pro ed i contro di tale intervento, perché era semplicemente sufficiente soppesare le questioni che abbiamo sopra descritto per far sì che, invece che al Magistrato dei 17, la lettera arrivasse, con tanti ringraziamenti a contorno, a chi aveva ricevuto la soffiata, per poi trasformarla in richiesta.

Le responsabilità sono sì di Demossituttoattaccato, ma il suo contorno non ha certo brillato per intuizione e senso di responsabilità. Se gli onorandini, in 17, respingessero al mittente, a causa della ristrettezza dei termini, la lettera, anche in considerazione della fase non brillante nei rapporti tra le due fondamentali istituzioni per il Palio, ci si ritroverebbe a collezionare un passaggio che potrebbe aprire anche una voragine proprio istituzionale.

Il Palio non ha certo bisogno, in questa fase, di forti contrapposizioni; ma non ha neanche bisogno di un ulteriore Palio da corrersi in Piazza del Campo dal costo leggermente superiore al "normale" e con tutti i disagi logistici che ne derivano.

Una brutta chiusura di un mese importante e che ha lasciato il segno nella storia del Palio.

1 settembre 2018