SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Le notifiche sanzionatorie a ridosso della tratta di agosto? Già accaduto in passato

La novità in assoluto delle sanzioni di Provenzano è quella di essere state prese tra un Palio e l'altro, pur con il legittimo diritto degli interessati di far valere le proprie ragioni in sede di appello, cioè di fronte alla Giunta. Questa è storia nel complesso e variegato "librone" del Palio. Non è storia, e quindi non è novità, che i provvedimenti sanzionatori venissero notificati pochi giorni prima della tratta.

E' già capitato in passato, anche se a quei tempi il procedimento disciplinare seguiva l'iter della richiesta delle discolpe dalla fase accusatoria. Le accuse di aver infranto le regole venivano formalizzate con una scaletta che nulla ha a che vedere con l'attuale decisione sanzionatoria; si richiedeva, infatti, agli interessati di pronunciarsi sulle accuse formulate e, in una seconda fase, arrivavano o le sanzioni o l'assoluzione dal "reato paliesco".

La notifica, in quei periodi, concedeva come oggi, dieci giorni di tempo per stilare le "risposte". Dieci giorni come è attualmente in vigore. Ebbene, per il Palio di luglio 1984 il primo della gestione di Mazzoni, le notifiche per chiedere le discolpe portavano la data del 7 agosto 1984 e la scadenza ovviamente era il giorno successivo al Palio, anche se le due Contrade interessate presentarono le loro memorie il 16 agosto; le decisioni di Giunta furono prese il 9 ottobre, poi la decisione finale del Consiglio comunale.

La notizia, di cui non c'è accenno nelle pagine della stampa locale e tratta ovviamente dai nostri archivi, è rivolta a tutti coloro che, nei monotoni bla bla dopo lunedì 6, hanno pensato di riempirsi la bocca lanciando accuse di assoluta non conoscenza paliesca verso Palazzo. Non avere la possibilità del "ricordo", né la conoscenza diretta. significa, con molta semplicità, di non possedere le giuste carte in mano per muovere critiche ed accuse. Nel 1984, pur scadendo i 10 giorni il 17 agosto, non furono sollevate quelle critiche che oggi registriamo.

10 agosto 2018