SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Le discussioni che non riusciamo più a saper gestire

Il nostro nome, più che in altre occasioni del passato e recente passato, si troverebbe al centro di un continuo chiacchiericcio paliesco dai contorni futuri che non fanno paura, ma, in questa fase della professione, lasciano aperte le porte alla riflessione.

Nel quotidiano, ci troviamo a dover respingere con decisione ogni tipo di coinvolgimento diretto con l'attuale struttura amministrativa di Palazzo e questo perché alcune proposte organizzative sono state, come dire, "prese in considerazione" dal Sindaco De Mossi, e non solo.

Quando ci si confronta nel quotidiano con personaggi, a cui siamo da un tot di anni a stretto contatto, e non riusciamo a far passare una comunicazione lineare, significa che, con molte probabilità, non stiamo annusando le vicende come fanno altri. Una nostra mancanza, non c'è da dire.

Evidentemente le nostre posizioni sono così radicate in noi, che ci viene difficile non riuscire a comprendere le altri parti, le quali, con estrema onestà, agiscono anche per il nostro bene. Ecco, il fatto che non riusciamo ad assimilare queste sfumature ci porta lontani dal punto principale.

Mentre rifiutiamo con forza ogni nostro diretto coinvolgimento con Palazzo, poiché non è colpa nostra se le abituali, chiamiamole intuizioni, scritte da decenni e molto, ma molto prima che si delineasse la vittoria elettorale di De Mossi, trovano corrispondenza in Palazzo, c'è alla base di tutto ciò una profonda riflessione che si riallaccia alla nostra mancanza di vedere qualcosa, oltre i vetri (sporchi) della Redazione.

Alla vigilia degli imminenti provvedimenti disciplinari, la cui quantificazione sta circolando tra bar e ristoranti della città, è decisamente giunto il momento di riportare i remi in barca; evitando così le quotidiane semi-discussioni; evitando che si continui nei chiacchiericci da bar a far emergere il nostro nome; evitando di scrivere gli accorgimenti organizzativi e quant'altro.

Un processo questo che, nelle scopiazzature dell'era di Brunetto Nostro (premio al cavallo vincitore, la due giorni di provine, il divieto di cambiare monta per le provine, tanto per citarne solo alcune), non aveva avuto riscontri.

Oggi avremo voluto porre all'attenzione dei nostri tre questi argomenti che non avranno mai il collegamento per la lettura: Come anticipare la pre-iscrizione senza che sia prevista dal Regolamento / Il costo degli omini in giallo, dopo la Circolare di Piantedosi / Le osservazioni sul "Palio secondo De Mossi", presentato ieri in Consiglio / Ministero della Salute: contatti in assoluto segreto? Speriamolo.

Alla fin fine è stato anche emozionante vedere tante idee dalla carta digitale trasformarsi; con la speranza di non assistere mai più alla sosta quotidiana nei nostri locali.

28 luglio 2018