SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Quell'attenzione necessaria sul Ministero della Salute

Noi non possiamo alzare il telefono e presentarci, più o meno, così: «Buongiorno, sono il Direttore del quotidiano on-line Sunto, che nessuno legge. Vorrei sapere, se fosse possibile, ricevere informazioni dettagliate sulla prossima ministeriale che riguarda le misure da adottare in occasione delle manifestazioni scimmiottesche ... eccetera». Noi, di certo, non possiamo contattare il Ministero della Salute, ma da Palazzo c'è chi può farlo.

A nostro parere deve farlo, avendone la possibilità ed i mezzi necessari, il Sindaco De Mossi perché è indispensabile non far trovare la Festa in una situazione caotica da cui uscirne sarà difficilissimo. La "lettura" in anticipo della bozza dell'ordinanza che verrà pubblicata in Gazzetta Ufficiale agli inizi di settembre, com'è stato fino al 2017, permetterà anche la possibilità di avanzare le dovute osservazioni riguardo sia all'esame della questione fatto a Brescia, sia di un vertice veterinario del passato autunno e le cui risultanze sembrano più pericolose e dannose della circolare di Gabrielli.

Non è ancora possibile immaginare la disentegrazione della Festa nel momento in cui ci si troverà di fronte ad un'ordinanza pronta a cancellare in un attimo identità di valori e rilievo che nessuno, se non Siena, può pensare di avere e gestire.

Va bene che esistono i ricorsi al Tar Lazio, ma è altrettanto vero che se si riuscisse ad avere, e correggere, in anticipo il testo dell'ordinanza la strada per il ricorso sull'unicità del Palio di Siena diventerebbe più semplice e comcreta.

Noi non possiamo alzare il telefono e presentarci come abbiamo accennato in precedenza; noi no, ma c'è chi lo può, e lo deve, fare.

5 luglio 2018