SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Il Libro Ciclamino. Ecco cosa dovrà contenere il "Manuale" per i deputatini

L'articolo, naturalmente, non è rivolto a Brunetto Nostro in quanto, lui, non ha certo bisogno di accogliere suggerimenti in considerazione del legame che lo contraddistingue con la catastrofica gestione della "sua" giustizia paliesca e dell'assoluta mancanza di conoscenza del funzionamento della struttura sanzionatoria.

L'articolo potrebbe incanalarsi verso la direzione del Superavvocato, così brillantemente definito da Raffy, sempreché ci sia la volontà di bruciare il tempo necessario per attuare tutte le modifiche e le variazioni di cui andiamo a parlare da settimane.

Se le pagine sccritte de Il Libro Ciclamino non interesseranno i due aspiranti Sindaco, ce ne faremo una ragione e continueremo ugualmente, prima del termine di sopravvivenza di Sunto (previsto per il 25 giugno) ad arricchirlo di pagine.

Il "Manuale" per i deputatini, necessario per voltare la pagine sull'applicazione delle "regole del gioco", costituisce la svolta che viene richiesta a gran voce dagli onorandini, dopo le recentissime polemiche dell'Oca. Si dovrà partire dal prossimo Palio di Provenzano con un bel "punto e a capo", ma per ciò è necessario indicare, a chi ha il "potere" di segnalazione in questa prima fase della giustizia paliesca, quali siano i parametri giusti della scrittura.

I deputatini non dovranno esprimersi sulle motivazioni delle scorrettezze, contrarie al Regolamento, ma si dovranno limitarsi solo, ed esclusivamente, alla loro segnalazione, non avendo quel potere amministrativo necessario per influenzare le future decisioni.

Nel loro rapporto dovranno seguire alla lettera ciò che stabilisce il "Manuale": allegare tutto ciò che è di pubblica opinione, vale a dire filmati estrapolati dai social; dichiarazioni apparse sulla carta stampata e quella digitale, sia prima, che durante o dopo lo svolgimento del Palio. Il Manuale dovrà contenere tutta una distinta di allegati che, come prescrive il Regolamento, fanno parte integrale della loro relazione; dagli accordi pre-tratta tra le Contrade rivali, ai verbali che dovranno tornare ad essere scritti in occasione della segnatura dei fantini o di particolari riunioni durante i quattro giorni. Non solo. Oltre ad estrapolare dai social filmati e fotografie, non spetta a loro l'analisi se si tratti di ricostruzioni ad arte o meno, i deputatini dovranno intensificare la raccolta fotografica per evidenziare le scorrettezze commesse, sia da parte dei fantini che delle Contrade.

Un ruolo a parte spetta agli ispettorini, che non dovranno, come è solito fare adesso, ripercorrere le fasi dell'assegnazione, di chi ha vinto la prova e quant'altro; compiti, questi, che sono di esclusiva competenza dei deputatini. Gli ispettorini, infatti, dovranno evidenziare solo ed esclusivamente ciò che accade in pista, sia sullo svolgimento della corsa nel loro "spicchio" di competenza, sia per il comportamento dei contradaioli con discese abusive anche per "raccattare" il fantino.

Punto nevralgico della stesura del "Manuale" dovrà essere il richiamo perentorio, nei confronti dei deputatini, di quanto previsto dall'art.92, comma terzo nella sua parte conclusiva.

Chissà se da qui al 25 giugno vorremo are un vero e proprio "Manuale" cartaceo; forse proprio sì.

13 giugno 2018