SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Il Libro Ciclamino. L'importanza della riunione con i 17 onorandini

Lunedì 25 giugno, ma solo se Brunetto Nostro sarà costretto a riempire gli scatoloni dei suoi ricordi in Palazzo, negli appuntamenti a cui abbiamo accennato, il nuovo Sindaco dovrà porre la massima attenzione all'incontro con i 17 onorandini, che dovrà svolgersi obbligatoriamente in Palazzo in quanto è il Comune di Siena l'unico che deve riuscire a soddisfare 17 "interessi" in conflitto tra di loro. Per questo incontro, chi succederà a Brunetto Nostro dovrà prepararsi con cura ed attenzione. Di qui l'importanza di "studiare" un'ora al giorno, dall'11 al 24 giugno, tutti i passi da compiersi, annotandoseli nell'agenda.

Per prima cosa il Sindaco (quello nuovo) dovrà spiegare il motivo per cui, nelle tarde ore della mattinata, abbia composto una nuova "sestina", stravolgendo un meccanismo, ormai radicato dal 1984. Il collegamento, anche per le recentissime polemiche relative al Palio di agosto 2017, può essere facilmente innescato sfruttando le teorie, da copia-incolla, di Sunto. Mettere coppie di rivali nel primo livello del "gioco sanzionatorio" rappresenta una garanzia in assoluto per la stesura dei due rapporti dai quali il nuovo giudice paliesco dovrà attingere. Nell'occasione della trattazione dell'argomento, si dovrà anche illustrare il "manuale" che servirà per scrivere le due relazioni.

Analizzato questo problema, un vero e proprio passaggio di "alta ingegneria paliesca" servirà per far comprendere che, dal prossimo Palio di Provenzano, la giustizia riparte da zero e che i cosiddetti precedenti non verranno seguiti. Insomma, se un fantino cambia posto si applica l'art. 87, che richiama i commi 2 e 3 dell'art. 64. Tanto per essere chiari. Poi la valutazione sull'intenzionalità o la casualità spetterà al giudice paliesco.

Secondo passaggio la data della prossima estrazione delle Contrade, fissata per il 15 luglio. Questo perché, avendo un maggior numero di giorni a disposizione, saranno possibili delle modifiche sostanziali prima che il "gioco" inizi. Tra queste modifiche l'inserimento della pre-iscrizione per gli annusi, al fine di evitare un ammasso di soggetti che non potranno mai entrare nell'Entrone del 13 agosto. Si tratta di una vera e propria modifica al Regolamento, che sarebbe possibile nell'attesa della configurazione del Consiglio Comunale cui spetta (art. 104, co. 2) ogni variazione regolamentare.

Per ovviare al problema, il Sindaco, visto il precedente del 1950 allorché si stabilì, da parte dell'allora Commissario Straordinario, di "provare" all'atto pratico il meccanismo di ingresso delle Contrade al canape, potrebbe optare appunto per la soluzione "di prova"; ed in virtù dei risultati ottenuti, passare poi al passaggio in Consiglio comunale per la modifica definitiva.

Alla base di tutto ciò il Sindaco deve ottenere i nomi dei tre o cinque onorandini, che dovranno far parte della Commissione permanente (5 anni) di revisione del Regolamento e con loro "spulciare" l'argomento della pre-iscrizione. Questi nomi dovranno essere forniti prima della tratta di Provenzano, altrimenti Palazzo agirà come riterrà più opportuno.

Al sorteggio del 15 luglio si dovrà rispettare alla lettera quanto prescrive il Regolamento, dove (art. 21) è prevista la verifica della "legittima rappresentanza delle Contrade". E, per essere chiari, per legittima rappresentanza, così come è chiaramente espresso dai due commi dell'art. 13, si intendono o Capitanini, o onorandini. Ne deriva di conseguenza che, se per l'estrazione del 15 luglio, ci si dovesse trovare in presenza di uno o più mangini, in rappresentanza della rispettiva Contrada, lo stesso (il mangino) verrebbe messo alla porta in quanto considerato dal regolamento un estraneo (art. 20 ultimo comma). E' superfluo ricordare che i mangini (art. 17 comma 4) durano in carica Palio per Palio e non per annata. Rispettare il Regolamento, come da decenni e decenni invocano i 17 onorandini; o no?

Riunione conclusa? Forse; se c'è in queste due settimane qualcosina in più ci sarà opportuno l'aggiornamento delle "cosa da fare" il 25 giugno alle ore 21 o giù di lì.

6 giugno 2018