SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Quel 25 giugno particolarmente impegnativo per il nuovo Sindaco

Se sarà ancora Brunetto Nostro a dirigere le operazioni amministrative per il prossimo quinquennio, l'articolo che i nostri tre stanno leggendo non avrà alcun motivo di esistere. Al contrario, se Brunetto Nostro dovrà, in fretta e furia, mettere nelle scatole di cartone tutti i suoi ricordi di Palazzo, l'articolo in questione andrà ponderatamente letto in tutte le sue angolazioni.

Lunedì 25, dopo il placet da parte dell'Ufficio Elettorale del Tribunale, chi subentrerà a Brunetto Nostro si troverà di fronte ad un'impressionante serie di problematiche paliesche che può risolvere seguendo due strade. Strada A: se ne frega del Palio e pensa solo ad abbracciare e ringraziare chi lo ha votato. Strada B: si rimbocca le maniche, non risponde al telefono e si mette in moto per risolvere ed affrontare i numerosi problemi che lo separano dalla tratta.

Se il nuovo Sindaco non vorrà buttare al vento un'intera annata paliesca deve immediatamente mettersi al lavoro perché di problemi ce ne sono in abbondanza. Le ordinanze, ed i decreti di nomina, da scrivere subito lo attendono come primo impegno amministrativo. C'è da cancellare la nomina della "sestina" deliberata da  Brunetto Nostro, che ha ricopiato la velina della soubrette. C'è un'ordinanza ad integrare gli obblighi dei fantini per la tratta. C'è l'ordinanza relativa al "benessere della Festa", con la quale, intersecandosi con le leggi d'Italia, verrebbe attenuata qualsiasi indagine della Procura di Siena in caso di incidenti sul tufo. C'è l'ordinanza da scrivere per legalizzare il "non 2+2", sfuggito a  Brunetto Nostro perché così "imbeccato" dalla soubrette. C'è l'ordinanza per proibire ai cronometristi di salire sul Palco dei Giudici, a copertura della "filosofia paliesca". C'è da organizzare la "due giorni" delle provine. C'è da riscrivere l'ordine di servizio, perché il nuovo Sindaco non può sprofondare in qualche trabocchetto organizzativo.

Poi ci sono gli incontri. Con Fraticello Palio in vista della riunione con la Commissione di non-vigilanza sull'insicurezza in Piazza, in considerazione del "digiuno amministrativo" che contraddistingue il nuovo Sindaco. C'è da prendere contatti con il pittore di luglio, per consegnargli il suo stemma da dipingere sul drappellone. Altro incontro con i quattro annusatori, cui dovrà essere presente anche il quinto che, al di là dei rapporti teorici con il Ministero della Salute, non se ne comprende l'utilità. Questo incontro servirà ad annusare l'aria del settore, anche questo in completa via di riformattazione (ma a settembre). L'iniziativa più importante, comunque, sarà la riunione serale con i 17 onorandini in Palazzo e non solo per farsi conoscere direttamente, ma per gettare i ponti organizzativi in vista di agosto.

Se resterà in Palazzo  Brunetto Nostro ...

5 giugno 2018