SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Responsabilità chiare e dirette

Partiamo da alcuni punti fissi, chiari e che non necessitano di interpretazioni, né, tantomeno, di ragionamenti troppo elaborati. Le vie e le piazze di Siena appartengono solo ed esclusivamente al Comune di Siena, essendone l'unico proprietario; anche se questo "concetto" è applicabile anche al di là delle nostre mura.

Il Campo, che a Siena (per fare la rima con la verbena) viene comunemente chiamato Piazza del Campo, appartiene, di conseguenza, al Comune di Siena, che può autorizzare, o meno, eventi, occupazioni di suolo pubblico a titolo commerciale e così via. Quindi Piazza del Campo appartiene al Comune di Siena, che ne dispone l'utilizzo in qualsiasi forma e che deve assicurare il rispetto incondizionato delle leggi italiane; oltre a quelle senesi, dove si usa fare "come ci pare".

Il Comune di Siena è l'unico ente preposto, per legge, a ché si verifichino e si consumino attività di qualsiasi genere, tra cui, guarda un po', c'è anche il Palio che si corre su Il Campo. Eventuali sconvolgimenti, dovuti a presunte ed inventate "misure di sicurezza" sorte solo grazie al ciclo mestruale che fa, solo ed esclusivamente, riferimento agli eventi di Torino, sono, solo ed esclusivamente, a carico del Comune di Siena.

Ne deriva, da questo accumulo di precise responsabilità, che esistono ampi margini da parte degli "interessati in questione" per dimostrare come quella della "presunta sicurezza" non sia certo la "voce di Dio". Esistono precisi riferimenti per far valere la pericolosità di certe disposizioni che solo il Comune di Siena dovrà stabilire, assumendosene al contempo ogni e qualsiasi responsabilità diretta ed indiretta.

Le strade da percorre chiamano in causa due aule: o quella amministrativa del Tar e del Consiglio di Stato; oppure quella giudiziaria nel Piazzale alla Lizza. Basta essere chiari, precisi, sapere ciò che si vuole con tanto di palle tirate fuori. Così, semplicemente.

Sergio Profeti

23 novembre 2017