SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

La scelta vincente non sarà sulla fascia super

Se recentemente l'attenzione si è soffermata sulla fascia super (la BaMAt), è evidente che il "gioco" coinvolta non tanto tre Contrade, ma le altre sette che, scoperta nelle scoperte, costituiscono la maggioranza dei "pesciolini colorati" allineati al canape di Provenzano. Proprio dalla scelta delle sette Contrade si può prevedere se la BaMAt avrà l'occasione di superare, a quota 15, uno che di nome fa Andrea, di cognome Degortes, e di soprannone Aceto.

La scelta vincente, per scompaginare i piani di battaglia della BaMAt, è riposta nella sub-fascia quella ricca di nomi e din una strategia ancora da disegnare. Se il capofila è indubbiamente un tale chiamato Capitanbruschelli, presente al 100% tra i canapi di Provenzano in quanto indispensabile per raffinare le strategie pre-tratta e pronto a farsi da parte per concretizzare l'accettazione del bonus, lo schieramento degli altri sei non è poi così da immaginare.

Casomai, c'è da immaginare il nome della Contrada, il cui capitanino sarà quasi costretto ad accettarlo e presentarlo al proprio popolo già mugugnante. La BaMAt vuole tra i canapi Sanna, Pusceddu, Migheli, Mannucci, Murtas e Zeddino. Capitanbruschelli vuole il figlioletto; poi c'è il capitolo anarchico scritto dal Ricceri, che si allena nelle distese francesi, ma che rappresenta sempre un interrogativo a cui è sempre difficile rispondere.

Insomma, ad agosto non si dovrebbe uscire da questi dodici fantini, diversi dagli apostoli, ma pur sempre dodici. Il problema, come accennato, riguarda il nome delle Contrade da accoppiare attraverso i giubbetti da indossare, anche per i tre della BaMAt.

7 febbraio 2017